Isola di Sant’Antioco come raggiungerla.

Spiaggia Maladroxia

Sant’Antioco è un isola Situata all’estremo sud ovest della Sardegna collegata da un breve ponte artificiale affianco a quello antico romano ormai in rovina ma ben visibile dalla strada.

E’ la quarta isola più grande di Italia, ed è divisa in due comuni a Nord Calasetta ed a Sud Sant’Antioco.

In origine era chiamata Sulky dalle popolazioni fenice (770 a.c.) delle quali sono ancora ben conservate nei musei comunali le testimonianze storiche.

Le attrazioni archeologiche principali sono i Tophet e le Necropoli situate sul colle della Basilica, in cui sorsero le necropoli romane e un cimitero di catacombe.

Grazioso e tranquillo a pochi chilometri dal comune di Sant’Antioco, a nord dell’isola è presente il comune di Calasetta con le sue caratteristiche case bianche e colorate.

Dal porto di Calasetta è possibile raggiungere facilmente con i traghetti la vicina isola di Carloforte.

Borgo di Calasetta

MUSEI DA VISITARE

  • Museo Archeologico Ferruccio Barreca, nella quale sono conservati i reperti archeologici dalla civiltà nuragica a quella fenicia e romana.
  • Villaggio Ipogeo, che fu l’antica sede della necropoli punica trasformate in abitazioni / rifugio dalle invasioni straniere.
  • Museo del Bisso, sull’arte manifatturiera tessile di Sant’Antioco.
  • Museo Etnografico su Magasinu de su Binu, che mette in risalto l’economia di Sant’Antioco basta sulla risorsa Pesca, Sale e Agricola
  • MuMa Museo del mare e dei maestri d’ascia. Che riassume le tradizioni marinare.

I TOPHET

ISOLA DI SANT'ANTIOCO
Tophet

Di particolare interesse sono i Tophet visitabili nel Museo Archeologico di Ferruccio Barreca.

I Tophet sono aree sacre di età fenicia e punica nella quale sono state rinvenute migliaia di urne contenenti ossa bruciate di bambini e animali.

Un tempo considerati i residui di ciò che restava di un rito sacrificale cruento, oggi dopo indagine osteologica con certezza si afferma che furono i resti dei bambini nati morti o deceduti per causa naturale e poi cremati nelle urne.

LE MIGLIORI SPIAGGE

L’isola è ricca di numerose spiagge di elevato prestigio e varietà naturalistiche.

SPIAGGIA DI MALADROXIA

Arenile è lungo circa 500 metri con sabbia di colore chiaro e morbida al tatto. il mare ovunque cristallino presenta diverse sfumature che vanno dal verde smeraldo al turchese. il fondale è basso e degrada dolcemente fino a largo LEGGI TUTTO

Spiaggia di Maladroxia

SPIAGGIA DI COAQUADDUS

Il suo nome significa coda di cavallo forse per la sua forma allungata. La sabbia si presenta a grani grossi  di colore bianco ed è suddivisa in due parti da una grossa roccia LEGGI TUTTO

SPIAGGIA DI COAQUADDUS
Spiaggia di Coaquaddus

SPIAGGIA DI CALA SAPONE

È la prima delle spiagge presenti nel versante occidentali dell’isola che apre a tante piccole baie rocciose fatte di grotte insenature, scogli e rocce piatte LEGGI TUTTO

Cala Sapone

SPIAGGIA ROCCIOSA ARCO DEI BACI

Da annoverare oltre alle spiagge le imponenti scogliere, le grotte e gli archi di pietra che sul lato occidentale arricchiscono di bellezza questa isola come l’arco dei baci meta di numerosi bagnanti d’estate LEGGI TUTTO

Arco dei Baci

SPIAGGIA DI CALA LUNGA

È una lunga insenatura che dal mare aperto conduce alla spiaggia. L’arenile si protrae per decine di metri, la sabbia è bianca tendente al colore ocra, fatta di grani grossi mista frammenti di corallo e conchiglie LEGGI TUTTO

cala lunga
Spiaggia di Cala Lunga

SPIAGGIA LA SALINA

Perla di Calasetta è una delle spiagge più ampie la sua sabbia chiara e morbida  è circondato da un contesto paradisiaco LEGGI TUTTO

spiaggia la salina
Spiaggia La Salina

SPIAGGIA DI SOTTOTORRE

La spiaggia Sottotorre è la spiaggia cittadina del comune di Calasetta chiamata cosi per la presenza della torre sabauda settecentesca sul lato destro che domina sul Mare LEGGI TUTTO

spiaggia sottottorre
Spiaggia di Sottotorre

ALTRE SPIAGGE

Altre spiagge che non abbiamo ancora avuto modo di visitare :

GASTRONOMIA

Interessante la gastronomia dell’isola da quella tipica sarda cucinata nei ristoranti di Sant’Antioco (malloreddus alla campidanese e culurgiones ripieni), a quella tunisina di Calasetta per via delle numerose contaminazioni storiche dalle popolazioni africane subite nel tempo, Cuscus e le pietanze a base di tonno sono i piatti più rappresentativi.

COME ARRIVARE A SANT’ANTIOCO

L’isola è facilmente raggiungibile con qualsiasi mezzo attraversando un ponte che la collega alla Terraferma.

Distante poco meno di 90 km da Cagliari è raggiungibile percorrendo la scorrevole strada statale 130 svoltare poi verso Villamassargia e poi per Carbonia, infine dirigersi lungo la strada costiera seguendo le indicazioni per Sant’Antioco.

GALLERIA IMMAGINI

VISITA LE MIGLIORI SPIAGGE DEL SULCIS IGLESIENTE

Migliori spiagge del Sulcis Iglesiente si trovano nel Sud Ovest Sardegna. Il territorio oltre ad avere un magnifico litorale composto da diverse bellissime spiagge, detiene grotte incontaminate (Is zuddas, Su Mannau, Santa Barbara) e ricchezze archeologiche importanti LEGGI TUTTO

PORTO PINO
PORTO PINO – MIGLIORI SPIAGGE DEL SULCIS

Potrebbero interessarti anche...

5 risposte

  1. giumanu2006 ha detto:

    Sono rimasta senza parole davanti alla bellezza delle tue foto e del posto?

  2. prontoesfornato ha detto:

    Che meraviglia e molto esaustive le spiegazioni

  3. Articolo molto esaustivo, non ho ancora avuto la fortuna di visitare l’isola, ora so cosa vedere nello specifico 😉 Ciao

  4. Gertrud Cubano ha detto:

    Bellissimo lavoro,bravo continua cosi!!

  5. Kirby Morles ha detto:

    Complimenti bravo continua cosi!!ottimo lavoro Grazie!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: