Blog di viaggi in Sardegna

Cucina sarda

Bottarga e Carciofi

Bottarga e Carciofi è un piatto tipico sardo utilizzato come antipasto soprattutto nelle festività Natalizie.

La Bottarga o butàriga in sardo, viene fatta principalmente con le uova di muggine ma esistono anche di tonno e pesce spada, che vengono sottoposte a salatura, pressatura e successivamente lasciate ad essiccare per circa quattro cinque mesi.

In Sardegna la Bottarga più conosciuta è quella di Cagliari, Tortolì, Sant’Antioco, Marceddì di Torralba ma la più nota è quella dello stagno di Cabras.

L’origine del prodotto sembra essere stata fenicia, ma il termine deriva dall’arabo “batarikh” (uova di pesce salate) trasmettendo questa tecnica culinaria alle altre popolazioni del Mediterraneo. Infatti il nome in sardo “Butàriga” ha una forte assonanza con il nome arabo.

I Fenici furano attivi pescatori, ma anche allevatori di pesci, muggini compresi. Si narra che questa produzione era stata adottata nelle Colonie Sarde di Tharros.

La ricetta è molto semplice in quanto non necessita di cottura e la bottarga è facile da trovare in qualsiasi supermercato, lo stesso vale per i carciofi.

Ricetta

  • Ingredienti
  • Carciofi – 2
  • Bottarga di Muggine
  • Limone – ½
  • Olio extra vergine d’oliva

Preparazione

Levare le foglie esterne dei carciofi, tagliare la parte iniziale dove si trovano le spine dividere in quarti e togliere il fieno che rimane all’interno del carciofo. Affettare finemente e disporli in una ciotola con acqua e limone in modo che non diventino neri.

Prendere la bottarga e tagliarla a fette fini, scolare i carciofi e metterli in un insalatiere con un po’ di limone spremuto unendo il tutto con un po’ di olio.

Ecco fatto e buon appetito 😉

Lascia una risposta