Blog di viaggi in Sardegna

Borghi, Iglesiente, Top Sardegna

Carloforte e S’Archiottu come visitarlo

Carloforte s'archiottu

Carloforte è l’unico centro abitato (6000 anime circa) dell’ isola di San Pietro nel sud ovest della Sardegna  considerata uno dei borghi più belli d’Italia.

L’isola di San Pietro fù storicamente sotto l’influenza tunisina e genovese della quale ricalca ancora le antiche tradizioni culinarie culturali e dialettali.

Particolarità di questo posto sono le antiche strade che si radicano in viuzze strette (i caruggi), e lo stile architettonico delle sue case colorate affacciate sul porticciolo e sul mare.

Lungo le vie del paese sono diversi i resti delle antiche torri d’avvistamento e delle fortificazioni utilizzate come forma di difesa dai numerosi invasori che popolavano in passato l’isola.

ARCO DI VIA SOLFERINO- ARCHIOTTU

Le attrazioni di questo piccolo centro abitato sono tante ma la più fotografata resta sempre l’arco di via solferino, conosciuto come Archiottu. Un arco di pietra bianca che dà accesso alla parte alta della città costruito si dice nel settecento, fu la porta di ingresso del giardino di una delle famiglie più ricche di Carloforte.

Carloforte s'archiottu

Nella piazza Carlo Emanuele interessante il monumento realizzato in onore di Re Carlo Emanuele III di Savoia che consentì ai Tabarkini l’insediamento sull’isola, in direzione opposto al mare troverete la piazza dei sedili rotondi.

Verso le mura difensive nella parte alta del paese, dentro la torre di San Vittorio, potrete visitare il museo Mu.Ma che racconta la storia di Carloforte

GALLERIA IMMAGINI

  • carloforte
  • Carloforte
  • carloforte
  • carloforte
  • carloforte
  • carloforte
  • carloforte
  • Carloforte s'archiottu
  • Carloforte
  • carloforte

ORIGINI DELL’ISOLA DI SAN PIETRO

Le origini dell’isola di San Pietro sono antichissime, infatti presenta numerose testimonianze archeologiche, dai nuraghi alle testimonianze di origine fenice.

Fu frequentemente abitata solo dal 1736, prima dai pescatori di Tunisi in cerca del corallo, poi dai prigionieri di origine genovese ma esuli in Tunisia Riscattati dal re Carlo Emanuele III

Successivamente L’isola fu conquistata dai pirati Tunisini che sfruttando la pescosità del mare costruirono diverse tonnare in collegamento con il mercato della Tunisia.

Ancora oggi è ben radicata la pesca del tonno, alimento richiesto in tutto il mondo dalla quale scaturiscono diverse prelibatezze gastronomiche.

Mentre le sue spiagge ed il suo mare cristallino, sono celebri ormai in tutta Italia,  attirano ogni anno sempre più turisti durante le vacanze estive.

PRENOTA ORA SU BOOKING.COM LA TUA VACANZA

Booking.com

Lascia una risposta