Blog di viaggi in Sardegna

Cucina sarda

I Gueffus

I Gueffus sono dolci sardi a base di mandorle, piccoli bocconcini a forma di sfera presentate a forma di caramella, avvolte in carta velina colorata. Si preparano solitamente per le feste di Natale, Pasqua, Matrimoni, Cresime, Battesimi e Comunioni, insomma sono sempre presenti nelle ricorrenze in Sardegna.
Dolci facili da preparare in quanto prevedono solo la cottura in pentola e non necessitano invece del forno.
L’origine del nome“gueffus”, deriva dallo spagnolo “huevos”, quindi forma ovoidale come questi dolci.

Ingredienti Gueffus

Per 25 Gueffus

  • mandorle – 300 gr.
  • mandorle amare – 20 gr.
  • scorza di limone – 1
  • acqua – 100 ml
  • zucchero – 300 gr.
  • acqua di fiori d’arancio – 2 cucchiai
  • veline per gueffus (Misure adatte per le veline 12 x 18 circa)
  • liquore Villacidro o Sambuca

Procedimento Gueffus

Tritare le mandorle con un attrezzo apposito, oppure col mixer, ma vi consiglio di aggiungere metà dello zucchero, cosi non si rischia di rovinarle.

Versare l’acqua e lo zucchero in una pentola dal fondo spesso, portare a ebollizione, aggiungere le mandorle.
Far cuocere sempre mescolando, aggiungere l’acqua di fiori d’arancio, continuare a mescolare il tutto per circa 8/10 minuti circa, affinché il composto si sarà addensato e inizierà a staccarsi dalla pentola. A fiamma spenta  aggiungere la scorza di limone grattugiata.

Mettere il tutto in una ciotola e lasciarlo intiepidire leggermente per poi fare le palline bagnandovi le mani nel liquore Sambuca o Villacidro fra una pallina e l’altra, poi passarle nello zucchero.

Avvolgere i Gueffus nelle cartine che avrete precedentemente preparato e richiudeteli come fossero delle caramelle.

Buone Feste

Lascia una risposta