Blog di viaggi in Sardegna

Cucina sarda

Malloreddus alla Campidanese (Gnochetti Sardi)

malloreddus alla campidanese

Malloreddus alla Campidanese è un piatto tipico Sardo presente in tutte le occasioni più importanti come le festività religiose, matrimoni e sagre.

Chiamati così in quanto sono tipici del Medio Campidano che si trova nel Sud Sardegna.

La pasta, che viene utilizzata per questo piatto, è fatta di farina di semola e acqua.  La lavorazione è molto semplice e lo strumento che non deve mancare assolutamente è lo rigagnocchi in legno.

La forma dei Malloreddus alla campidanese è simile a una conchiglia rigata di circa 2 centimetri, la dimensiona varia da zona a zona.

Il significato del nome deriva da “malloru” che in sardo campidanese vuol dire “Toro” quindi vitellini.

La ricetta classica prevede un ragù fatto di pomodoro e salsiccia sarda a pezzetti.

Ingredienti

  • Gnochetti Sardi – 400 gr.
  • Polpa di pomodoro – 400 gr.
  • Cipolla – 1/2
  • Salsiccia sarda – 160 gr.
  • Basilico- 2 foglie
  • Olio extra vergine di oliva – q.b.
  • Pecorino Grattugiato sardo – q.b.
  • Sale – q.b.
malloreddus alla campidanese

Ingredienti per la pasta (fatta in casa)

  • Semola di grano duro – 400 gr.
  • Acqua calda – 200 ml.
  • Sale fino – 2 gr.

Preparazione

Preriscaldare l’acqua e nel frattempo mettere la semola a fontana e formare una cavità dove versare l’acqua calda e impastare per circa 5-10 minuti.

Qualora fosse troppo morbido aggiungere un po’ di semola, al contrario aggiungere leggermente acqua calda e continuare a lavorare.

Preparazione Sugo

Soffriggere i pezzetti di salsiccia in olio, cipolla tritata e poi lessati con la polpa di pomodoro per circa 1 ora. Una volta cotta la pasta, unire il sugo e il pecorino sardo e servire.

Spero vi sia piaciuta la ricetta, seguici sui Social, lascia un commento e condividi con gli amici, grazie di ♥

Lascia una risposta