Blog di viaggi in Sardegna

Cucina sarda

Pistoccheddus de Cappa

Dolce tipico Sardo, si tratta di un biscotto dalla pasta dura e croccante, dalle forme stilizzate che riproducono animali domestici  (uccellini, pecorelle, coniglietti ecc..) ricoperta di glassa e bianca decorata con fregi argentati e dorati.

29681227_10216814636626044_24936326_o

Questo dolce, nella tradizione, era preparato in occasione dei festeggiamenti Pasquali, per tale giorno si preparava oltre al normale biscotto anche una sua variante che prevedeva l’aggiunta di un uovo fresco intero, il tutto veniva poi cotto al forno e guarnito sempre con glassa bianca e fregi argentati e dorati. Si ottenevano cosi i “Coccoiedus cun s’ou (biscotto con l’uovo), che venivano offerti nella tradizione sarda, ai bambini come uovo pasquale.

Ingredienti Pistoccheddus de Cappa

Per la pasta:

  • uova – 8 tuorli e 8 albumi
  • farina tipo “00” – 1 kg
  • strutto – 100 gr
  • latte – 1/4 di litro
  • lievito – 1 bustina
  • vanillina – 1 bustina
  • ammoniaca per dolci – 40 gr
  • limoni – 2 (scorza grattugiata)
  • zucchero – 200 gr

Per la glassa:

  • zucchero – 800 gr.
  • uova – 8 albumi

Preparazione Pistoccheddus de Cappa

Lavorare molto bene i rossi d’uovo con lo zucchero. A poco a poco aggiungere gli altri ingredienti: vanillina, scorza dei limoni, lo strutto semiliquido e poi la farina setacciata con il lievito. L’impasto deve essere lavorato benissimo aggiungendo piano il latte nel quale avrete sciolto l’ammoniaca.

Quando la pasta risulta ben lavorata, liscia ed omogenea, si ritagliano dei tocchetti delle dimensioni di una grossa noce, e si modellano dandogli le forme di fantasia, a “S”, a “<3”, a “O”.

Cuocete in forno caldo a 180°C fino a che saranno dorati (circa 15-20 minuti). Aprirne uno se necessario e controllare. Devono essere asciutti all’interno.

 Glassa:

Prendere una pentola e mettere dell’acqua fino a quasi bollire. Mettere sopra un piatto a bagnomaria lavorare gli albumi e lo zucchero e cominciare a montare il composto con le fruste. Togliere la pentola dal fornello, lo zucchero negli albumi deve essere ben sciolta e la massa non deve essere granulosa.

Una volta pronto tutto prendere i dolcetti e cominciare a spennellare il fondo. Rimetteteli in forno a 120°C per una decina di minuti, la glassa deve asciugarsi bene ma non colorire. Una volta asciugate, si riprendono e si passa la glassa dall’altra parte. Si aggiungono dei confettini argentati poi rimettete in forno. Il segreto è far asciugare la glassa e dare almeno due passaggi per ogni biscotto.

Lascia una risposta