Blog di viaggi in Sardegna

Cucina sarda

Sa Panada Sarda

La Panada Sarda ( sa panada, in sardo) è un piatto tipico di origine antica. Le ricette tradizionali variano nell’Isola da zona a zona e le più note sono quelle di Assemini e Oschiri.

È conosciuta anche nel resto d’Italia e in altri Paesi ed è cibo di degustazione in numerose sagre sparse in tutta l’isola effettuate ad agosto e a fine giugno.

La Panada è una torta salata costituita da un involucro di pasta violata detta croxu in sardo campidanese, al cui interno sono contenuti solitamente carne, e altri condimenti. La panada per eccellenza si ritiene essere quella di anguille poiché in passato l’attività primaria del comune di Assemini è stata la pesca.

PANADA PATATE E ANGUILLE

Viene servita in genere come secondo piatto, vista la varietà di ingredienti. Le varianti derivate dalla ricetta logudorese, sono di dimensioni più ridotte e vengono consumate tipicamente come piatto unico.

La variante ad oggi più consumata prevede tradizionalmente l’utilizzo di carne di agnello mentre le varianti vegetariane contengono piselli, carciofi, fave, zucchine, peperoni, melanzane, carciofi, patate condita con aglio e prezzemolo. Il condimento è costituito da patate, pomodori secchi, prezzemolo. Nella variante logudorese il condimento fondamentale è di carne condita con aglio, prezzemolo e strutto.

PANADA PISELLI E AGNELLO

E’ molto diffusa anche la preparazione di panade molto piccole da buffet (dette panadine, in sardo panadinas o in alcuni paesi “panareddas”) per occasioni ed eventi festivi. Per il contenuto delle panadine troviamo solitamente macinati di carne (o würstel) e patate, funghi, melanzane.

Oggi vi proponiamo la Panada di verdure:

Ingredienti (4 porzioni)

per la base:

  • semola – 350 gr.
  • strutto – 80 gr.
  • sale

per il ripieno:

  • melanzane – 200 gr.
  • zucchine – 200 gr.
  • pisellini freschi – 100 gr.
  • pomodorini – 150 gr.
  • spicchi di aglio – 2
  • mazzetto di prezzemolo – 1
  • olio extravergine d’oliva
  • sale

Preparazione

Unire la semola con lo strutto, aggiungere un po’ di acqua tiepida salare e lavorare il tutto fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo; modellare a palla, copritelo con un telo e farlo riposare per mezz’ora.

Pulire le zucchine e le melanzane, tagliarle a cubetti e far rosolare in padella con olio e sale insieme ai piselli e i pomodorini sempre tagliati a dadini.

Dividere l’impasto in due pezzi di diversa grandezza e con il mattarello, stendeteli in altrettante sfoglie non troppo sottili (circa mezzo centimetro).

Con la sfoglia più grande foderare l’interno di una teglia tonda dai bordi alti, unta con un po’ di strutto.

Versare le verdure e ricoprire con l’altra sfoglia.

Saldare i bordi delle due sfoglie pizzicandoli e poi ripiegandoli verso l’interno, in modo da formare una sorta di cordolo.

Forare il ‘coperchio’ con una forchetta e mettere la panada in forno a 180°.

Cuocere per circa quaranta minuti.

Buon Appetito

Lascia una risposta